Birra di frumento o d’orzo?

Ti sei mai chiesto chi ha inventato la birra e come è nata questa straordinaria bevanda? Inizialmente prodotta dalle donne, le tecniche per la produzione della birra si sono raffinate sempre di più con il passare dei secoli. Anche gli ingredienti utilizzati sono cambiati, tanto che ben presto si passa dalla birra di frumento a quella d’orzo. Questo perché il frumento produce un impasto che intasa gli impianti, oltre ad essere un alimento indispensabile per la produzione del pane.

Nei momenti di carestia, infatti, nessuno poteva produrre la birra di frumento, tanto che nel XVI secolo in Germania venne emesso l’Editto di Purezza. Solo la birreria personale del duca a Monaco poteva sfruttare il malto di frumento, tutti gli altri avrebbero dovuto utilizzare solo acqua, luppolo ed orzo.

Le birre di frumento tedesche

GratzerUna birra di frumento tedesca famosa prodotta in antichi birrifici è la Gose, prodotta a Lipsia, in Germania ed è molto caratteristica per le sue note acidule. Tra i suoi ingredienti ci sono anche coriandolo e sale.

Un’altra ottima birra di frumento tedesca si produce a Grodisze in Polonia, stiamo parlando della Gratzer. E’ molto beverina ed ha la caratteristica di essere composta al 100% da frumento. Il malto usato inoltre era affumicato e con questo processo subiva anche una leggera caramellizazione.

Al giorno d’oggi molti birrifici stanno riscoprendo questo stile, caratterizzato dal bilanciamento tra l’affumicatura ed il corpo del frumento. Tutte le birre di grano hanno in comune un bel cappello di schiuma, prodotto dalle proteine del cereale, un notevole corpo che in bocca si fa sentire sul palato ma al tempo stesso sono caratterizzate da una notevole freschezza che disseta il consumatore. Al naso in combinazione col lievito possiamo avere i sentori più vari, speziati, fruttati che ricordano la banana, eterei che ricordano i distillati, e così via.

La birra di frumento belga – lo stile blanche

birre-di-frumento-blancheOltre alle più famose Lambic, il Belgio è uno dei Paesi più famosi per l’ampia varietà di birre che produce. Il frumento in Belgio viene molto utilizzato dai birrifici, tanto da essere spesso uno degli ingredienti più utilizzati, fino ad essere vero e proprio protagonista. Lo stile principale delle birre di frumento belghe è quello della blanche, prodotte anche nel nord della Francia e nei Paesi Bassi. Si tratta di una birra bianca con tracce d’avena ed aromatizzata con coriandolo e scorze di limone.

Si tratta di un tipo di birra storico che va a riprendere le antiche tecniche di produzione in cui la bevanda veniva aromatizzata con il Gruyt. La blanche è una birra di frumento molto fresca dai sentori speziati.

Le birre di frumento americane

birra-di-frumento-americanaOltreoceano molti birrifici si sono specializzati in questo tipo di produzione, proponendo il frumento anche come ingrediente delle birre a base di frutta. Proprio del Nord America sono le White IPA, una sfida difficile, in cui esperti birrai sono riusciti a bilanciare gli aromi amari del luppolo con quelli più leggeri delle Weiss. Uno stile antico da poco riscoperto è il Wheat Wine Ale, barleywine fatto con il frumento, stile rarissimo molto corposo e alcolico.

Una birra di frumento italiana consigliata

La regina delle birre doppio malto, la santa Sofia

Assaggia la nostra birra di cereali Santa Sofia

Tornando a casa nostra c’è anche chi ha voluto utilizzare al posto del frumento il farro, cereale nostrano che ha legato la sua storia a quella dell’impero romano, che rispetto al frumento lascia un sapore più dolce.

All’interno del nostro shop online, ad esempio ti proponiamo una nostra birra di cereali: la birra Santa Sofiaprodotta con buccia di limone di Amalfi e una piccola percentuale di farro.