Seleziona una pagina

mozzarella bufala

Parliamo ora della nostra più grande ricchezza, il prodotto più imitato in Italia e all’estero, la mozzarella di bufala campana, che ha sia il riconoscimento DOP che STG.

In senso ampio la mozzarella si può produrre anche con il latte vaccino , ed otteniamo il fiordilatte, e anche con il latte caprino e pecorino ma in Campania solo quella di bufala è mozzarella. Le origini si perdono nella leggenda, si narra che i Saraceni nell’alto Medioevo si stanziarono con le loro bufale alla foce del fiume Garigliano fondando l’insediamento fortificato di Traetto e da lì compivano incurisioni in tutta la Campania. Nel 915 si svolse la battaglia del Garigliano ed un esercito misto di Longobardi e Bizantini distrusse l’insediamento e le bufale finirono nei monasteri che all’epoca erano luoghi di lavoro e cultura, dove nacque la mozzarella. Un’altra leggenda narra che la bufala fu introdotta tramite i longobardi che durante la loro discesa in Italia la portarono dall’Ungheria.  Il nome deriva da mozza, un tipo di pane con cui veniva mangiata. Sebbene pare che il bufalo campano sia autoctono poiché diverso geneticamente da quello asiatico ha in comune l’abitudine di vivere in zone paludose perché ama rotolarsi nel fango, da qui la diffusione nella zona del Volturno e nella piana del Sele. In entrambe le zone, un tempo paludosa,  il procedimento è il comune processo di lavorazione del formaggio a pasta filata ma nel Casertano si ricorre ad un ulteriore salamoia prima della fine.

Questo prodotto è imitato sia in Italia che all’estero, è davvero buono!

Mozzarella di bufala

In Italia purtroppo nel 2008 il settore ebbe un notevole danno a causa dell’emergenza rifiuti e di presunte contaminazioni con diossina ma gli organi competenti hanno fatto luce sulla vicenda
Da un po’ di tempo inoltre si sta cercando di produrre mozzarella anche in altre parti d’Italia, come per esempio in Veneto. Naturalmente la mozzarella di bufala può essere DOP solo in Campania, basso Lazio e Foggiano però se riuscono a produrla bene da altre parti ben venga, un po’ come noi produciamo il Blu di Bufala, il mio formaggio preferito.

Accettiamola sportivamente, senza imbufalirci

All’estero molti paesi che già producevano latte di bufala quale la Turchi,a la Bulgaria e l’Egitto hanno iniziato a produrre mozzarella. Ma nessuno la sa fare bella succulenta come noi. La possiamo mangiare al naturale o con un’insalata caprese o se la facciamo invecchiare di un giorno la possiamo mettere sulla pizza o usare per fare le mozzarelline fritte, se vi ustionate la bocca ricordate di berci sopra una Flavio Gioia 

Consiglio a coloro che sono così fortunati da vivere nella zona di produzione di mangiarla bella fresca, è talmente succulenta che non c’è bisogno di condirla con l’olio come si fa in altre regioni d’Italia.