Come abbiamo già detto il malto è l’ingrediente della birra principale, ottenuto mettendo un chicco d’orzo saturo d’acqua a germinare e poi essiccato. Si tratta di un elemento fondamentale perché in base alla scelta del tipo di malto e della sua tostatura, la birra ottenuta cambia completamente sia nel colore che nel sapore.

Per un appassionato produttore o consumatore di birra, la conoscenza dei vari tipi di malto è fondamentale proprio per conoscere lo stile di birra da produrre o da gustare. Ecco la ragione per cui in questa piccola guida vedremo un confronto tra i vari tipi di malto per birra.

Risultati immagini per tipi di malto

Tipi di malto usati per fare la birra

Solo miscelando i vari tipi di malto possiamo fare un’ottima birra, esaminiamoli. Cominciamo dal malto base, che serve a dare alla birra lo zucchero e gli enzimi per fermentare. Ne esistono di due tipi principale

  • il pilsner molto chiaro e limpido usato per le birra di tipo continentale
  • il pale più caramellato e velato usato per le birre di tipo britannico.

Come malto base volendo si può elencare anche il Vienna ed il Munich, più rossi e caramellati usati per le birre Tedesche. Di malti caramellati e tostati ne esistono di migliaia poiché ogni malteria usa i propri nomi commerciali. Il malto caramellato dà un colore rosso e si ottiene facendo essiccare il malto umido ad una temperatura più alta.

Alzando ancora la temperatura si ottiene il malto tostato, utilizzato per le birre scure. Noi tra questi usiamo il tipo di malto melanoidin che dà un forte sapore di caramello, il malto chocolate che dà sapore di cioccolata ed il malto black che serve a scurire la birra. L’orzo non maltato torrefatto è usato invece per la Guinness per dare un colore scuro ma un sapore più secco.

Altri tipi di malti sono quelli speciali, come quello acido che serve per dare il giusto pH all’infusione, e gli affumicati che donano il tipico gusto alla birra, sia a base di torba che di faggio.

Saracena 75cl Arechi BirraOltre al malto d’orzo si possono usare tanti altri cereali ed ognuno dona un contributo diverso, tralasciando quelli senza glutine di cui riserveremo una trattazione separata, tra i più usati abbiamo il frumento, che produce un bel corpo ed una buona schiuma, il farro che aggiunge inoltre un retrogusto dolce, l’avena che produce una buona schiuma ma è molto secca, come la segale.

Vuoi assaggiare una birra con tipi di malto diversi dal solito? Prova la nostra birra Saracena. Si tratta di un’ottima birra al farro prodotta utilizzando solo ingredienti tipici salernitani. Una delizia da provare.

Guarda le caratteristiche della birra Saracena di Arechi Birra